Miniracconto di Andrea Boer

Mi supera suonando il clacson e inchioda, devo fermarmi. MACHECCAZZOFAI? Mi urla scendendo dall’auto con il volto paonazzo, la tempia pulsante, la mascella serrata. Mi fissa ma non mi vede.
Ho paura… balbetto… mi scuso. Risale e parte sgommando.
Riprendo fiato, il cuore mi va a mille, sono sconvolto. Il mio vicino di casa, così tranquillo, così ammodo, non mi ha nemmeno riconosciuto. Non avrei mai pensato che bastasse così poco per provocare in lui un tale cambiamento.

Annunci