Tag

, , , , , , ,

mImEtToINgIOcor

Tema:     “Dimore” ovvero (case, tane, anfratti, nidi, nascondigli, and so on).

  Incipit:   “Mi ricordo che faceva dondolare una pantofola, in bilico sulle dita di un piede…”

_____________

Dunque, una proposta a tema e un incipit.

Alla fine accogliendo l’indicazione di libus giunta in zona Cesarini, abbiamo optato per la doppia scelta.

Il “giro” inizierà martedì primo Aprile. Le modalità di partecipazione e di pubblicazione, la password, e tutto il resto rimangono invariate rispetto al giro precedente.

Ci limitiamo solo a ricordare che  l’intervallo tra un brano e l’altro dovrà essere almeno di due giorni.

Chi volesse ulteriori precisazioni può richiederle a mediasfera@libero.it oppure direttamente qui sotto nello spazio dei commenti.

Come di consueto, nella stesura del proprio brano (per chi scegliesse “Dimore”) è consentita la massima libertà, anche se nelle valutazioni solitamente si tiene conto del maggiore o minore grado di adeguatezza del testo rispetto al tema dato. Oltreché ovviamente di tutto il resto.

Chi invece optasse per l’incipit “Mi ricordo che faceva dondolare ecc” avrà ovviamente spazi di manovra molto più ampi, ma cerchiamo ugualmente di non ridurre l’incipit a una sorta di bigliettino d’invito da esibire all’ingresso del club e di cui liberarsi poi al più presto accartocciandolo in un posacenere. Mi raccomando ehhh!

     Ciascun autore potrà se lo desidera   pubblicare anche più di un brano, ma alla fine tutti i brani dovranno essere firmati, perché la condizione di anonimato, ovvero la componente essenziale che fa scattare il meccanismo del gioco, deve essere strettamente limitata (per l’ appunto) agli scopi e alla durata del gioco stesso.

Detto questo,

Lo spirito di “Mimettoingioco” scusate, lo ripetiamo per i nuovi amici  è ispirato all’idea di una comunità di persone  a cui piace scrivere e giocare con la scrittura, e che in virtù di un comune accordo (non scritto né regolato da alcuna norma) hanno deciso di dar vita a un dibattito interattivo basato sulla reciprocità, un dibattito in cui ciascuno  ricopra  alternativamente i ruoli dell’ autore e del lettore critico. Ed è proprio questa doppia veste a costituire la caratteristica del gioco.

Sì perché “Mimettoingioco” rimane principalmente un gioco. Non dimentichiamolo.

 Buona scrittura a tutti.

Annunci